stivaletti ugg prezzi Cenerentola film Disney 2015

ugg online store Cenerentola film Disney 2015

Bisognerà attendere fino al 12 Marzo per vederlo in sala, ma oggi Style Fashion ha visto in anteprima il nuovo e attesissimo film Disney Cenerentola, dopo 65 anni, il lungometraggio live action diretto da Kenneth Branagh ispirato alla classica fiaba, porta in vita le immagini senza tempo del capolavoro d’animazione Disney del 1950 e i suoi personaggi a tutto tondo, in uno spettacolo stupefacente che farà sognare le nuove generazioni e non solo.

Fedelissimi alla storia, la versione cinematografica di Kenneth Branagh rende omaggio agli indimenticabili elementi del classico d’animazione. I meravigliosi costumi e le scenografie opulente hanno aiutato a costruire la magica ambientazione del film, e l’onestà e la profondità infuse nei personaggi li hanno resi reali in un modo fantasioso, eppure credibile. Quando Cenerentola arriverà nelle sale, il 12 marzo, al pubblico sembrerà di vedere questa storia per la prima volta.

La firma delle meravigliose scenografie è del pluripremiato Dante Ferretti, che per il film si è ispirato principalmente all’architettura nordeuropea del XVI, XVII e XVIII secolo. I personaggi vivono in luoghi costruiti secoli prima del periodo e nel film Dante Ferretti riesce a catturare le atmosfere magiche della favola aggiungendo l’opulenza del periodo Barocco, crea un mondo che ben mescola il realismo storico al fantasy, con un’atmosfera che riesce ad essere credibile e fantastica. un film che ti trasporta in un altro mondo, con enormi castelli, sale da ballo e maestose scalinate.

Il film evoca una maestosa opulenza, perfetto per un regno fiabesco, in cui compare la magia e l’intervento della Fata Madrina, ma allo stesso tempo le ambientazioni sono credibili. Gli esterni del Palazzo Reale sono fastosi con l’ampia scalinata, i magnifici giardini e fontane finemente decorate, per non parlare poi della grande sala da ballo del palazzo, dove Ella fa il suo indimenticabile ingresso e danza con il Principe.

Per il ballo al palazzo, Kenneth Branagh voleva la sala da ballo più spettacolare che si potesse immaginare. Il set è stato costruito ai Pinewood Studios nel famoso teatro di posa 007, il più grande d’Europa, che negli anni ha ospitato centinaia di gigantesche produzioni, proprio lì Dante Ferretti ha costruito una sala da ballo di tre piani che riempiva tutto il teatro di posa, trasformandolo nella sala più bella che si potesse immaginare.

Per il Palazzo Dante Ferretti si è ispirato all’architettura francese, come il Louvre, il Palais Opéra e l’Htel de Soubise, tutti luoghi con grandi scalinate e poi dopo aver creato la scalinata ha realizzato tutto il resto, compresa l’entrata principale con il suo grande arco e le sue fontane interne e ancora pavimenti e muri di marmo, statue d’oro, migliaia di fiori, affreschi e candelieri decorativi, e tende realizzate con quasi due chilometri di tessuto. Nella sala da ballo ci sono ben 17 enormi lampadari tutti appositamente realizzati in Italia a Venezia, provvisti di quasi 5.000 candele a olio, ciascuna delle quali doveva essere accesa manualmente, delle vere e proprie opere d’arte.

In aggiunta ai set del palazzo e della sala da ballo, Dante Ferretti e la sua squadra hanno costruito gli esterni della casa di Ella in location a Black Park, un vasto parco naturale situato a Wexham, Buckinghamshire (non lontano dai Pinewood Studios), con delle stalle, una fontana e una serra. Gli interni della casa, incluse le camere da letto, lo studio del padre di Ella e la soffitta dove la ragazza dorme, sono stati costruiti nei teatri di posa, insieme a una replica degli esterni della casa. La casa è piena di colori, come in una fiaba, la carta da parati ha uno stile bourgeois in gran parte della casa, mentre nello studio del padre è orientale e più decorata.

La presenza di costumi elaborati era ugualmente fondamentale per la produzione, e per crearli è stata ingaggiata la costumista Sandy Powell che ha lavorato a stretto contatto con Dante Ferretti. La Powell, che ha iniziato a lavorare sui bozzetti di ogni personaggio quasi due anni prima delle riprese, ha optato per uno stile a metà tra il XIX secolo e gli anni ’40 del XX secolo. Ha affrontato il film come se fosse un libro di fiabe per bambini: molto vivace e colorato, con dei colori che facessero distinguere subito i buoni dai cattivi.

Per gli abiti da lavoro di Ella, la Powell ha deciso di evitare gli stracci del film d’animazione. Invece, indossa un vestito simile a ciò che indossava in tempi più felici, prima della morte di suo padre. Realizzato con del voile di cotone verde acqua, il vestito è stato influenzato da una stampa floreale del 1920 con dei grandi fiori rosa, quasi nascosti nel tessuto, ma invece di ridurlo a brandelli come nel film originale, si deteriora semplicemente nell’arco del tempo. La gonna che Cenerentola indossa durante il suo emozionante ingresso al ballo ha richiesto mesi e mesi di preparazione, nonostante le grandi dimensioni doveva apparire priva di peso. Per riuscirci ha utilizzato diversi strati di tessuto finissimo, ognuno di una diversa sfumatura di blu, che messi insieme appaiono blu lilla. L’abito è elegante ma semplice al tempo stesso, sono state create nove versioni della stessa gonna, ognuna delle quali è stata realizzata con oltre 240 metri di tessuto, più di 10.000 cristalli Swarovski, numerose sottovesti e oltre quattro chilometri di cuciture.

Cate Blanchett è stata la prima attrice a entrare nel cast del film, quindi la Powell ha disegnato i vestiti della matrigna pensando a lei. La Powell voleva mostrare al pubblico che la matrigna e le sue figlie stavano dilapidando la fortuna del padre di Cenerentola in vestiti, ecco il perché delle straordinarie gonne e dei numerosi cambi d’abito. Gli abiti indossati e creati per Cate Blanchett sono inspirati a dive degli anni ’40 come Marlene Dietrich e Joan Crawford, donne che creavano un’aria di pericolo e mistero intorno a loro. La Powell ha usato una tavolozza di colori simili a quelli di alcune gemme, oltre a molto nero. La Powell ha anche ideato le varie calzature indossate dalla matrigna, tutte realizzate da Salvatore Ferragamo.

I costumi delle sorellastre sono eccessivi e non in modo positivo, sono molto appariscenti e colorati, con strati di tessuto accatastati uno sopra all’altro, goffi e grossolani. Le sorellastre sono belle al di fuori, ma superficiali e brutte nell’animo, quindi era fondamentale che apparissero anche sciocche, oltre che brutte. La Powell perciò le veste in modo identico, come nel film d’animazione Disney, quasi come se fossero due amiche che escono a fare shopping e comprano gli stessi vestiti, ma di colori diversi, o due gemelle che si vestono sempre allo stesso modo, ancora una volta con colori diversi.

Il Principe è quello che somiglia di più alla sua controparte animata, bello e affascinante, e non c’erano dubbi che avrebbe dovuto indossare un’uniforme bianca per il ballo ( infatti è l’unico a essere vestito di bianco nella sala da ballo). La Powell ha usato varie sfumature di blu per accentuare i suoi occhi azzurri, ma invece di colori mascolini e scuri, ha optato per l’azzurro, il verde e il bianco, e siccome Il personaggio fa parte dell’esercito, gli ha fatto indossare un’uniforme bellissima, seppure storicamente inaccurata.

I costumi di Helena Bonham Carter sono stati abbastanza difficili da ideare, poiché il personaggio ha due lati. La Powell ha ideato per primo il costume della mendicante che si avvicina a Cenerentola dopo che la matrigna le strappa la gonna e crea un costume che la fa somigliare al bosco dal quale emerge. Quando la mendicante s trasforma nella Fata Madrina, la Powell ha portando in vita l’amato personaggio della fiaba d’animazione in un modo magico e appariscente. Per riuscirci ha creato una gonna bianca con ali d’argento, realizzata con 120 metri di tessuto, 10.000 cristalli Swarovski, e 400 luci a LED, cucite sul tessuto, che si illuminano ogni volta che lancia un incantesimo.

Per gli ospiti che presenziano al ballo, gli abiti della Powell si sono ispirati ai balli presenti in classici film come Il Gattopardo di Luchino Visconti e L’Ottava Meraviglia di Alexander Hall. Il risultato è un mix di stili e look differenti provenienti da diversi secoli, riuscendo a comunicare la varietà degli ospiti presenti. Per le scene del ballo sono state impiegate 200 comparse, che comprendevano 25 guardie, 20 servitori, 54 ballerini professionisti e 30 musicisti, ciascuno dei quali indossava un costume ideato e creato dalla Powell e la sua squadra.

Un capitolo a parte lo meritano le iconiche scarpette di cristallo che Cenerentola indossa al ballo, una delle quali viene smarrita in modo memorabile, sono uno degli elementi più amati della fiaba originale trascritta da Charles Perrault. Sandy Powell voleva che brillasse, dunque doveva essere fatta di cristallo e si è inspirata a una scarpa originale del 1890, trovata al museo delle scarpe di Northhampton, la scarpa era incredibilmente minuscola, con un tacco di 12 centimetri, e semplicemente elegante.

La Powell si è subito resa conto che realizzare una scarpa di cristallo avrebbe richiesto l’aiuto della compagnia austriaca Swarovski, che ha subito accettato la sfida. Così ha avuto inizio una collaborazione tra il design della Powell e la realizzazione svolta da Swarovski, che ha occupato mesi e mesi di tempo, con numerosi test e prove costume, che è risultata in un grande successo.

Spiega la Powell: “Abbiamo scannerizzato la scarpa e ne abbiamo realizzato diverse versioni in resina, ma è stata una sfida ottenere la giusta forma e capire come crearla utilizzando il minor numero di giunture possibile. Ci sono stati numerosi problemi tecnici nel corso del lavoro, e hanno dovuto sviluppare un macchinario speciale per creare le scarpe, ma alla fine siamo riusciti a ottenere una scarpa che sembrasse ricavata da un singolo pezzo di cristallo, proprio come volevamo. Il giorno in cui ci hanno mostrato la scarpa finita è stato incredibile abbiamo provato un grande sollievo”.

Sono state realizzate otto copie della scarpa, ma nessuna di esse poteva essere indossata, perché il cristallo non permette il movimento. Sono quindi state utilizzate come oggetti di scena per le scene in cui le fanciulle del regno la provano, o come modelli da essere distrutti durante le riprese.

Un film senza tempo, che con la sua combinazione di umorismo, romanticismo e avventura intratterrà e catturerà bambini e bambine, uomini e donne in tutto il mondo. una storia che non invecchia mai, perchè in fondo al cuore tutti vogliamo che la bontà e la gentilezza trionfino. Ora non vi resta altro da fare che attendere il 12 marzo e lasciarvi poi trascinare dalla magia del cinema, dalla favola più famosa di sempre ed entrare nel mondo di Cenerentola.
stivaletti ugg prezzi Cenerentola film Disney 2015

original ugg boots Cena benefica con Zanetti

sandali ugg Cena benefica con Zanetti

Manca poco alla seconda edizione del CHRISTMAS GALA Una cena a scopo benefico, una serata dedicata ancora per i colori dell e alla solidariet Luned 10 dicembre, chi parteciper alla cena benefica, voluta da Javier Zanetti e in questo Natale anche dall di sempre Cordoba ed organizzata da Gianfranco Fasan e Federico Aloisi, lo far a favore della Fondazione Pupi, dei suoi progetti umanitari e ora anche per la Fundaci Colombia Te Quiere Ver Comitato Italiano. Una serata all Meli dalle ore 20, con Javier Zanetti, Ivan Ramiro Cordoba e i loro amici, i compagni di squadra Diego Milito, Walter Samuel, Esteban Cambiasso e tanti altri. Con l Andrea Stramaccioni, Glorie del passato nerazzurro come Suarez e tanti altri personaggi dello spettacolo di fede nerazzurra.

Una grande notte con la voce di Roberto Scarpini, la bellezza di Belen Rodriguez e il Cuore dei partecipanti guidati da Amadeus, showman, che durante la serata proporr a modo Suo le pregiate palle nerazzurre che dietro nascondono ancora una volta pezzi unici delle divise di Zanetti, dei suoi compagni di gioco e di altri amici del Capitano dell autenticate e autografate, che saranno messe all a favore dei progetti di sviluppo delle due fondazioni. Sar anche l per mostrare, dopo averlo visto in anteprina nazionale alla 30esima edizione dello Movies Tv 2012 l spot di 30 sec. a favore del Fair Play TIFO FAIRPLAY con protagonista assoluto Capitan Zanetti,
original ugg boots Cena benefica con Zanetti
esempio di lealt e indiscussa sportivit nato per volere dagli stessi Organizzatori del Premio Gentleman, in occasione del 18 anniversario (maggio 2013). L TIFO FAIR PLAY sostenuta dall Italiana Calciatori, Stampa sportiva Italiana (USSI) ed Stampa Internazionale (AIPS).

11:15 FFP, SERVONO 70 MILIONI ENTRO IL 30 GIUGNO 2018. SUNING VUOLE LA CHAMPIONS, A GENNAIO OPERAZIONI ALLA GAGLIARDINI 11:00 TS INTER, L’ARRIVO DI BASTONI ANTICIPATO A GENNAIO 10:45 ODDO: “INTER SQUADRA FISICA CHE VIVE SULLE INDIVIDUALIT. JANKTO? NON ANCORA PRONTO PER UNA BIG” 10:30 CDS INTER, DE VRIJ E GORETZKA OBIETTIVI PER GIUGNO 10:15 TS MERCATO INTER, PASSA TUTTO DA J. MARIO: SI LAVORA A UNO SCAMBIO CON PASTORE. MATA MKHITARYAN ALTERNATIVE 10:00 GDS VERSO SASSUOLO INTER, SPALLETTI PENSA A QUALCHE CAMBIO: DENTRO JOAO CANCELO E NAGATOMO? 09:45 TS BORSINO INTER: SCENDE RAMIRES, SALE ALEX TEIXEIRA 09:30 CDS JOAO MARIO RISTABILITO: ORA PUNTA IL SASSUOLO 09:15 TS INTER, OBIETTIVO ESTERNO D’ATTACCO: DA VERDI A DEULOFEU, PASSANDO PER DI FRANCESCO: TUTTI I NOMI

EDITORIALE di Gabriele Borzillo

SALI SUL CARRO, SCENDI DAL CARRO

Finalmente, mi viene da dire. Finalmente siamo inciampati, con buona pace di quelli che il VAR vi aiuta, quelli che siete in alto solo per fortuna, quelli che ritiro la squadra dal campionato, c un complotto per far andare avanti l quelli che abbiamo p.
original ugg boots Cena benefica con Zanetti

ugg ugg australia Cecilia Montorro Miss Stella Nerazzurra 2010

ugg compra online Cecilia Montorro Miss Stella Nerazzurra 2010

Si chiama Cecilia Montorro, viene da Modena ed la nuova regina dei tifosi interisti dell Romagna. La 19enne infatti stata eletta Stella Nerazzurra 2010 lunedi scorso, a Reggio Emilia, presso il locale Habanero, al termine dell organizzato dall Club “G. Meazza” di Reggio Emilia. Cecilia (1.70, 90 67 94 le sue misure) ha preceduto la 18enne studentessa di Corlo (Mo) Greta Chiessi, cui stato assegnato il titolo di Miss Alleanza (main sponsor della manifestazione) e la reggiana Rossella Mattioli, 19 anni, universitaria, che si aggiudicata il titolo di Habanero concorso hanno partecipato 16 concorrenti, tutte emiliane e tutte rigorosamente tifose interiste, e sono state votate da una giuria, presieduta da Evaristo Beccalossi, che comprendeva gli ex nerazzurri Roberto Mozzini e Raffaele Nuzzo (ex vice di Zenga e Pagliuca), i cestisti Robert Fultz e Mattia Soloperto, tifosissimi della Beneamata, e le giovani promesse del vivaio interista, Enrico Alfonso del Modena e Nicola Donazzan del Sassuolo.

11:30 GDS CENA DI NATALE: PRESENTE ZHANG JR, THOHIR IN FORSE 11:15 FFP, SERVONO 70 MILIONI ENTRO IL 30 GIUGNO 2018. SUNING VUOLE LA CL, A GENNAIO OPERAZIONI ALLA GAGLIARDINI 11:00 TS INTER, L’ARRIVO DI BASTONI ANTICIPATO A GENNAIO 10:45 ODDO: “INTER SQUADRA FISICA CHE VIVE SULLE INDIVIDUALIT. JANKTO? NON ANCORA PRONTO PER UNA BIG” 10:30 CDS INTER, DE VRIJ E GORETZKA OBIETTIVI PER GIUGNO 10:15 TS MERCATO INTER, PASSA TUTTO DA J. MARIO: SI LAVORA A UNO SCAMBIO CON PASTORE. MATA MKHITARYAN ALTERNATIVE 10:00 GDS VERSO SASSUOLO INTER, SPALLETTI PENSA A QUALCHE CAMBIO: DENTRO JOAO CANCELO E NAGATOMO? 09:45 TS BORSINO INTER: SCENDE RAMIRES, SALE ALEX TEIXEIRA 09:30 CDS JOAO MARIO RISTABILITO: ORA PUNTA IL SASSUOLO

Finalmente, mi viene da dire. Finalmente siamo inciampati, con buona pace di quelli che il VAR vi aiuta, quelli che siete in alto solo per fortuna, quelli che ritiro la squadra dal campionato, c un complotto per far andare avanti l quelli che abbiamo p.
ugg ugg australia Cecilia Montorro Miss Stella Nerazzurra 2010

stivali ugg bambina Cassano Magnago di pallamano femminile

ugg boots ebay Cassano Magnago di pallamano femminile

11:30 GDS CENA DI NATALE: PRESENTE ZHANG JR, THOHIR IN FORSE 11:15 FFP, SERVONO 70 MILIONI ENTRO IL 30 GIUGNO 2018. SUNING VUOLE LA CL, A GENNAIO OPERAZIONI ALLA GAGLIARDINI 11:00 TS INTER, L’ARRIVO DI BASTONI ANTICIPATO A GENNAIO 10:45 ODDO: “INTER SQUADRA FISICA CHE VIVE SULLE INDIVIDUALIT. JANKTO? NON ANCORA PRONTO PER UNA BIG” 10:30 CDS INTER, DE VRIJ E GORETZKA OBIETTIVI PER GIUGNO 10:15 TS MERCATO INTER, PASSA TUTTO DA J. MARIO: SI LAVORA A UNO SCAMBIO CON PASTORE. MATA MKHITARYAN ALTERNATIVE 10:00 GDS VERSO SASSUOLO INTER,
stivali ugg bambina Cassano Magnago di pallamano femminile
SPALLETTI PENSA A QUALCHE CAMBIO: DENTRO JOAO CANCELO E NAGATOMO? 09:45 TS BORSINO INTER: SCENDE RAMIRES, SALE ALEX TEIXEIRA 09:30 CDS JOAO MARIO RISTABILITO: ORA PUNTA IL SASSUOLO

EDITORIALE di Gabriele Borzillo

Finalmente, mi viene da dire. Finalmente siamo inciampati, con buona pace di quelli che il VAR vi aiuta, quelli che siete in alto solo per fortuna, quelli che ritiro la squadra dal campionato, c un complotto per far andare avanti l quelli che abbiamo p.
stivali ugg bambina Cassano Magnago di pallamano femminile

ugg saldi italia Cassano e Mazzarri si beccano

ugg type boots Cassano e Mazzarri si beccano

Antonio Cassano si è voluto togliere qualche sassolino dalla scarpa in occasione della prima conferenza stampa al Parma. L’acquisto dell’attaccante barese è stato ufficializzato ieri dalla società emiliana. Neanche il tempo di ambientarsi nella sua nuova città ed ecco il primo affondo a distanza di Fantantonio all’indirizzo del suo ex tecnico ai tempi della Sampdoria. Secondo l’irrequieto calciatore il vero artefice della sua “cacciata” dall’Inter è stato proprio l’allenatore toscano.

Al Centro Sportivo di Collecchio, accompagnato dalla moglie Carolina, ‘Fantantonio’ ha incontrato i dirigenti, a partire dal presidente Tommaso Ghirardi, e poi ha sostenuto le visite mediche con il responsabile dello staff medico crociato il professor Roberto Delsignore. Nel tardo pomeriggio si è tenuta la presentazione ufficiale. Ecco le dichiarazioni battagliere e pepate di Cassano sul suo passato interista e in particolare su Mazzarri:

“All’Inter ho lasciato tanti amici. In tanti mi hanno scritto che mancherò. In coppia con Amauri? forte, io devo dargli le palle per segnare. Cassanate? Avevo paura a venire qui: nel calcio ci sono poche persone a cui voglio bene, ci rimarrei male io se facessi qualcosa di sbagliato. Leonardi mi ha detto che al massimo mi dà un paio di schiaffi (ride,
ugg saldi italia Cassano e Mazzarri si beccano
ndr). Più mi sento responsabilizzato e più rendo. quando conto poco che non va bene. Qui dobbiamo partire per fare bene. Donadoni? Mi ha detto che qui si vive bene e si pensa in grande. Che tutti sono felici di avermi qui. Nel contratto ho dei bonus per il ritorno in Nazionale, questo mi spingerà a fare anche meglio. Ringrazio tutti all’Inter escluso Mazzarri. Prima di firmare mi ha detto che sarei stato titolare, poi quando ha firmato mi ha detto che ero titolare per andare a casa e che non rientravo nei suoi piani. Ringrazio il presidente che ha fatto grandi sforzi. Sono convinto di fare grandi cose. Mi toglierò delle grandi soddisfazioni: è la mia sfida. Il prossimo, tra l’altro, sarà l’anno del Mondiale. Spero che sarà la mia ultima piazza e voglio finire alla grande. Mi piacciono le grandi sfide. Mi hanno già dato per morto a Madrid e poi ho riconquistato la Nazionale. Vincerò io di nuovo”.

La risposta di Mazzarri all’attacco di Cassano è arrivata attraverso il sito dell’Inter:

“Le mie parole all’Inter sono state quelle espresse nella mia conferenza di presentazione ad Appiano Gentile. Ai giocatori, o dei giocatori, non ho più parlato perché aspettavo l’inizio della stagione sportiva. Non vedo come possa io aver designato i titolari e le riserve prima di averli allenati. Tengo a precisare che l’ultima volta in cui ho parlato con Cassano è quando abbiamo giocato Inter Napoli all’andata. Quella volta l’ho solo salutato in campo”.
ugg saldi italia Cassano e Mazzarri si beccano

ugg boots italia Caso Fortuna Loffredo

ugg cheap Caso Fortuna Loffredo

Tre al momento le inchieste sul caso Fortuna Loffredo. La prima, la pi importante, riguarda gli abusi e lomicidio; la seconda, i favoreggiatori di questi turpi e atroci reati; la terza, sullaggressione alluomo accusato di aver ucciso la piccola.

Intanto stata chiesta anche la riesumazione del corpo del piccolo Antonio Giglio. Il bimbo di 4 anni precipit dallo stesso palazzo del Parco Verde a Caivano. Il sospetto che dietro le morti dei due bambini ci sia una rete di pedofili.

I magistrati della Procura di Napoli, si legge su La Repubblica, stanno attendendo la relazione scritta su quanto avvenuto nel carcere di Poggioreale qualche giorno fa. Nonostante lindagato del delitto di Fortuna fosse stato messo in una sezione protetta, stato colpito con un pugno e ha riportato escoriazioni. Caputo stato aggredito nella cella al terzo piano del padiglione Roma del carcere di Poggioreale dai detenuti che con lui dividevano la stanza.

ANTONIO, VITTIMA INNOCENTE Antonio Giglio,
ugg boots italia Caso Fortuna Loffredo
figlio di Marianna Fabozzi, compagna di Raimondo Caputo, arrestato con laccusa di avere ripetutamente violentato e ucciso Fortuna, mor il 27 aprile 2013 a causa dei gravi traumi riportati cadendo al suolo da una finestra dellabitazione della nonna al settimo piano dello stesso edificio nel quale viveva la famiglia di Fortuna. Fortuna e Antonio si conoscevano perch la bambina era solita giocare con la sorella del piccolo. In tutti e due i casi, le vittime sono state ritrovate senza la scarpa destra.

LE PAROLE DI SALVINI Sullaggressione a Caputo, si espresso Matteo Salvini. E stato quasi linciato in carcere il presunto assassino di Fortuna Loffredo? Se dicessi che mi dispiace, direi una cosa falsa. Non mi dispiace per nulla, anche se non deve essere lasciata alla legge del carcere la soluzione. La Lega da ormai almeno tre legislature propone la castrazione chimica per pedofili e stupratori. Chi mette le mani addosso a un bambino e a una donna deve essere farmacologicamente, quindi senza la scure ma con le pillole, messo in condizione di non rifarlo pi per tutta la vita. Cos il leader della Lega ha commentato ai microfoni di Radio Cusano Campus.

IL MONITO DEL PAPA Alla tragedia della piccola Fortuna e alla pedofilia ha fatto riferimento ancheil Papa al Regina Coeli. Non dobbiamo tollerare gli abusi sui minori, dobbiamo difendere i minori e punire severamente coloro che commettono gli abusi.
ugg boots italia Caso Fortuna Loffredo

leather ugg boots Careca sponsorizza Milito e

offerte ugg Careca sponsorizza Milito e

Insieme a Bruno Giordano e Diego Armando Maradona, componeva la famosa il tridente che fece impazzire Napoli sul finire degli anni Adesso, Antonio De Oliveira Filho, in arte Careca, dalle pagine della Gazzetta dello Sport lancia un messaggio al suo vecchio compagno di squadra, ora ct dell “Diego, ascoltami, punta su Milito. Lui in area un killer, non pu stare in panchina. Mourinho ha cambiato la sua testa, lo ha trasformato in un centravanti di valore mondiale”.

Careca viene anche interrogato su Coutinho, il giovane brasiliano che a breve sbarcher in Italia: “Ha colpi degni di Zico”, il suo parere.

11:30 GDS CENA DI NATALE: PRESENTE ZHANG JR, THOHIR IN FORSE 11:15 FFP, SERVONO 70 MILIONI ENTRO IL 30 GIUGNO 2018. SUNING VUOLE LA CL, A GENNAIO OPERAZIONI ALLA GAGLIARDINI 11:00 TS INTER, L’ARRIVO DI BASTONI ANTICIPATO A GENNAIO 10:45 ODDO: “INTER SQUADRA FISICA CHE VIVE SULLE INDIVIDUALIT. JANKTO? NON ANCORA PRONTO PER UNA BIG” 10:30 CDS INTER, DE VRIJ E GORETZKA OBIETTIVI PER GIUGNO 10:15 TS MERCATO INTER, PASSA TUTTO DA J. MARIO: SI LAVORA A UNO SCAMBIO CON PASTORE. MATA MKHITARYAN ALTERNATIVE 10:00 GDS VERSO SASSUOLO INTER, SPALLETTI PENSA A QUALCHE CAMBIO: DENTRO JOAO CANCELO E NAGATOMO? 09:45 TS BORSINO INTER: SCENDE RAMIRES, SALE ALEX TEIXEIRA 09:30 CDS JOAO MARIO RISTABILITO: ORA PUNTA IL SASSUOLO

EDITORIALE di Gabriele Borzillo

SALI SUL CARRO, SCENDI DAL CARRO

Finalmente, mi viene da dire. Finalmente siamo inciampati, con buona pace di quelli che il VAR vi aiuta, quelli che siete in alto solo per fortuna, quelli che ritiro la squadra dal campionato, c un complotto per far andare avanti l quelli che abbiamo p.
leather ugg boots Careca sponsorizza Milito e

ugg purses Cara Delevingne

ugg outlet online italia Cara Delevingne

In principio fu Kate Moss o quasi certamente qualcun’altra ma l’ultimo scandalo con il connubio moda droga che io ricordi portava il suo nome. Era il 2005. Oggi si torna a parlare di una storiaccia simile anche se la modella al centro del gossip per questo motivo, non è stata immortalata in uno scatto che la ritrae nell’esatto momento in cui fa uso di cocaina. Però la ragazza, vent’anni e militante nella stessa compagnia di Kate, la Storm Models, si è lasciata scivolare una bustina dal contenuto sospetto davanti casa e i paparazzi sono riusciti a sguinzagliare i loro flash proprio in quell’attimo lì. Ah, sto parlando della londinese Cara Delevingne.

Ci vuole sfortuna, sì. Ma la nostra cara Cara ne ha avuta parecchia e i flash dei paparazzi non l’hanno risparmiata mentre ha fatto maldestramente cadere la bustina della discordia salvo poi tentare di nasconderla immediatamente col piede. Bella prova, Cara! Forse il piano per non finire nell’occhio del ciclone era quello di coprire con la scarpa ciò che i fotografi non avrebbero mai dovuto vedere e fare la bella statuina da lì all’eternità. Sì, poteva anche funzionare. Peccato che lo scatto incriminato fosse già in volo verso la redazione del Daily Mail che ne ha dato per prima la notizia e a cui vi rimando per vedere tutte le foto del fattaccio.

Quindi? Se verrà fuori che la sospetta polvere bianca nella bustina non fosse né zucchero a velo né borotalco o che so magari forfora, la modella potrebbe passare guai seri. Ad esempio perdere i contratti che la vedono oggi come protagonista di campagne pubblicitarie globali come quella di H del nuovo profumo Burberry e di Pepe Jeans, tanto per citarne alcune. Sia come sia, sta di fatto che la Moss non è certo sparita dopo il polverone della polvere bianca anche se ai tempi le costò l’annullamento di ben sette contratti di lavoro nella moda.

Se ciò dovesse succedere anche alla Delevingne (e non glielo auguriamo, eh? In fondo ci sta simpatica nonostante le sopracciglia e i lineamenti che fanno tanto Grinch, ma in versione fashion), la strada verso la rinascita lavorativa sarebbe già stata segnata dalla bella Kate: trovarsi un fidanzato (ancora più) fattone e scorrazzare a far danni in giro per il globo. Non so dirvi perché, ma pare che funzioni. Cara, datti una Moss!.
ugg purses Cara Delevingne

stivali ugg prezzo Capodanno 2016

vendita online ugg Capodanno 2016

Numerosi e come sempre irresistibili i capi e gli accessori pensati per farci sentire belle e desiderabili durante l’ultima notte dell’anno! Una selezione appositamente pensata per le festività ma che vi farà risplendere in ogniDal rosso accesso di Via Delle Perle agli occhiali di Elite ed Ete Lunettes, mentre Bensimon presenta la linea Shiny Collection, le mitiche tennis abbinate a pratiche ed eleganti pochette si tuffano nel clima di festa per riemergere tempestate di glitter. Oro, argento, blu i colori della notte si accendono e si preparano ad abbagliare amici e parenti.

Argento, oro e glitter non possono mancare a Capodanno: Coliac propone, per la serata più lunga ed eccitante dellanno, tanti diversi modelli di scarpe tra cui scegliere come la derby, scarpa maschile per definizione, presentata in forma unisex, ripulita da tutte le lavorazioni ornamentali, e hackerata da accessori metallici che ne determinano lo status di stringata gioiello; il fascino del rosso e l’eleganza del nero conquistano i look delle feste. Lasciatevi ispirare dalle proposte What For, o dai gioielli e dalle clutch di Ottaviani.

E ancora le proposte luccicanti di Liis, Lora Nikolova, Parakian Paris e Pomandère per una serata magica e piena di divertimento, mentre Santoni pensa al Capodanno con le Derby e Oxford in vernice nera, calzature perfette da abbinare a completi formali e smoking. Le stringhe in raso nero danno a questi modelli un allure ricercata e una classe senza tempo, caratteristiche ideali per iniziare il nuovo anno nel migliore dei modi.

Due collane in “Special Edition” di RADA’ per un Capodanno showy chic con perle incastonate in architetture di baguette metalliche dorate e strass per la prima, fiori di strass e petali di ottone con perla oro e frange argentate la seconda. Le due “Special Edition” di Radà sono accomunate dall’appeal retrò chic decisamente sofisticato che le rende appariscenti ed importanti, mai urlate ed eccessive, sempre perfette per esprimere una personalità forte e decisa.
stivali ugg prezzo Capodanno 2016

ugg winter boots capitano e libero

ugg in lana capitano e libero

Tra i grandi meriti di Helenio Herrera, vero e proprio rivoluzionario del pallone, si deve ricordare l reinventato Armando Picchi nella posizione di libero battitore. Il Mago lo riscopr come perno della difesa dopo una vita da girovago del campo da gioco. Picchi, ai tempi delle giovanili del Livorno, aveva infatti giocato come attaccante prima e come centromediano poi. Col passare degli anni aveva quindi messo radici sulla fascia destra e Angelo Moratti l acquistato nel proprio come terzino dalla Spal. Herrera, approdato sotto la Madonnina nello stesso anno di Armandino, cos chiamato dagli amici di sempre, quelli con cui trascorreva le vacanze ai “Bagni Fiume” di Livorno, ha il compito, nemmeno troppo celato, di portare i nerazzurri sul tetto d Il tecnico argentino vuole da subito dare la propria impronta alla squadra stravolgendo l il che gli costa due stagioni piene di difficolt e senza alcun trofeo.

Alla fine della stagione arriva l che cambia la storia nerazzurra: “Picchi, prova a giocare come libero!”. La grandezza di questa scoperta trova facile riscontro nelle prestazioni di Picchi che diviene in poco tempo uno dei massimi interpreti del ruolo. “Nel calcio, battitore libero (o semplicemente libero), il giocatore della difesa che, schierato alle spalle del centromediano, ha il compito di ostacolare l che raggiunge l di rigore e di rilanciare il pallone verso la propria linea d L Treccani spiega cos il ruolo del libero che, in pratica, doveva avere una straripante personalit doveva saper leggere ogni seconda palla e ogni movimento dell in anticipo: doveva essere un muro invalicabile.

Picchi approdato in nerazzurro a 25 anni, nel pieno della sua maturazione calcistica. Nel 64 Bolchi viene ceduto al Verona: l ha bisogno di un nuovo capitano. Herrera ha creato un buon mix di giovani e veterani plasmando la compagine che passer alla storia. Nel l morattiana un gruppo solido e competitivo, trascinato da senatori dal carattere forte, cos forte da essere leggermente indigesto al Mago, che malsopporta le persone ostinate e decise, proprio come lui. Picchi un punto di riferimento per la squadra e non pu che essere lui il successore di Bolchi. La fascia attorno al braccio sinistro non fa altro che sottoscrivere una leadership consolidata nei primi tre anni in nerazzurro. Picchi libero, non solo per la posizione in campo. Il suo modo di porsi urta Herrera, che ad ogni sessione di mercato lo inserisce al primo posto nella lista dei partenti.

Moratti stravede per il Mago e fa sempre il possibile per accontentarlo, ma su Picchi pone un chiaro veto: non si muove. Il Capitano porta l sul tetto d d e del mondo, diventando un esempio vivente di come debba essere interpretato il ruolo di libero battitore. Eppure, nonostante la grandezza del personaggio, qualcosa non va e la stagione emblematica della fine di un I nerazzurri perdono la finale di Coppa dei Campioni contro il Celtic e si lasciano scappare il campionato all giornata. Sembra che la Grande Inter sia giunta a un punto morto. A fine stagione, dopo aver deglutito l boccone, Herrera consegna a Moratti la consueta lista dei partenti. Questa volta per pone un diktat al presidente: o Picchi o me. Per Moratti come dover scegliere tra due figli, prendendo una decisione contro natura e illogica. Nonostante la scomodit della richiesta del Mago, Moratti acconsente e Armandino viene ceduto al Varese.

Dopo tre scudetti, due Coppe dei Campioni e due Coppe Intercontinentali il capitano saluta un commosso Moratti e i contrariati compagni di squadra. Non si cerchi per una qualche giustificazione anagrafica! Nel 1967 Picchi ha 32 anni, non pi di quanti ne avesse avuti il giorno in cui era sbarcato a Milano. Gi come se fosse non fosse mai invecchiato e fosse da sempre un distinto signore che conosce il mondo e gli uomini, sa come porsi nei confronti della vita e vive semplicemente per essere libero. Non nasconde la delusione per la scelta di un Herrera, a suo modo di vedere, irriconoscente nei confronti dei calciatori che lo avevano consacrato nell degli allenatori.

Al Varese continua a giocare con la consueta personalit ed efficacia, riprendendosi anche la nazionale. Valcareggi lo convoca per l dei quarti di finale degli Europei. Il 6 aprile a Sofia, contro la Bulgaria, un gravissimo incidente di gioco schianta i suoi sogni messicani. La diagnosi impietosa e parla di frattura del tubercolo sinistro del bacino. Picchi deve dire addio al Mondiale del appendere le scarpe al chiodo e decidere cosa fare della propria vita. Accetta la panchina del Varese calandosi con la consueta seriet e il solito carisma nel nuovo ruolo. Nel scende in Serie B subentrando ad Aldo Pulcinelli per salvare il suo Livorno dalla retrocessione. Allena la compagine toscana per una sola stagione portandola ad una tranquilla salvezza.

Italo Allodi, ex dirigente dell e grande estimatore di Picchi, segue con molta attenzione il campionato del Livorno e insieme a Giampiero Boniperti, suo collega nella dirigenza juventina, offre ad Armando la panchina bianconera. L azzeccatissima: il nuovo tecnico lancia campioni del calibro di Capello, Bettega e Causio portando la squadra ai quarti di finale di Coppa delle Fiere. Il 7 febbraio 1971 la Vecchia Signora cade a Bologna e Picchi viene espulso per proteste. Conscio di aver esagerato, abbandona il campo con la consueta signorilit senza sapere per che non potr mai pi guidare la sua squadra dalla panchina.

Un mese prima aveva avvertito un forte dolore alla schiena durante la partita contro la Lazio, presagio di un male che lo avrebbe distrutto nei mesi successivi. La malattia degenera nel giro di poche settimane. Picchi muore alle ore 16 del 26 maggio 1971 nella casa di Sanremo dove si era da poco trasferito con la moglie e i due figli. Aveva 36 anni. Poche ore dopo viene giocata la finale di Coppa delle Fiere tra Juventus e Leeds United. La partita finisce 0 0 ed dominata da un pioggia, triste saluto di un cielo in lutto per la morte di un uomo libero, libero da tutto.

11:15 FFP, SERVONO 70 MILIONI ENTRO IL 30 GIUGNO 2018. SUNING VUOLE LA CL, A GENNAIO OPERAZIONI ALLA GAGLIARDINI 11:00 TS INTER, L’ARRIVO DI BASTONI ANTICIPATO A GENNAIO 10:45 ODDO: “INTER SQUADRA FISICA CHE VIVE SULLE INDIVIDUALIT. JANKTO? NON ANCORA PRONTO PER UNA BIG” 10:30 CDS INTER, DE VRIJ E GORETZKA OBIETTIVI PER GIUGNO 10:15 TS MERCATO INTER, PASSA TUTTO DA J. MARIO: SI LAVORA A UNO SCAMBIO CON PASTORE. MATA MKHITARYAN ALTERNATIVE 10:00 GDS VERSO SASSUOLO INTER, SPALLETTI PENSA A QUALCHE CAMBIO: DENTRO JOAO CANCELO E NAGATOMO? 09:45 TS BORSINO INTER: SCENDE RAMIRES, SALE ALEX TEIXEIRA 09:30 CDS JOAO MARIO RISTABILITO: ORA PUNTA IL SASSUOLO 09:15 TS INTER, OBIETTIVO ESTERNO D’ATTACCO: DA VERDI A DEULOFEU, PASSANDO PER DI FRANCESCO: TUTTI I NOMI

EDITORIALE di Gabriele Borzillo

SALI SUL CARRO, SCENDI DAL CARRO

Finalmente, mi viene da dire. Finalmente siamo inciampati, con buona pace di quelli che il VAR vi aiuta, quelli che siete in alto solo per fortuna, quelli che ritiro la squadra dal campionato, c un complotto per far andare avanti l quelli che abbiamo p.
ugg winter boots capitano e libero