Assoluzione Consigliere Prete Torre Annunziata 22 luglio 2016

Assoluzione Consigliere Prete Torre Annunziata 22 luglio 2016

Era accusato di ricettazione per aver utilizzato un assegno rubato. Assolto lex consigliere comunale di Torre Annunziata, Aniello Prete. Lex rappresentante del Pci prima e dei Ds poi, fino ad arrivare allApi, stato assolto dal tribunale oplontino dinanzi al quale era imputato da quasi un anno e mezzo. Assolto per non aver commesso il fatto, questa la motivazione addotta allassoluzione con formula piena dello storico politico oplontino. La vicenda che ha coinvolto il 70enne iniziata il 3 luglio 2014. Alcuni malviventi di Boscoreale sottrassero un assegno dellimporto di 2.200 euro ad un giovane che denunci tutto ai carabinieri.

La cifra venne versata su un conto del Banco di Napoli del consigliere dopo qualche giorno. Il movimento entr nella rete degli investigatori che risalirono a Prete. Secondo la procura oplontina lindagato prima ed imputato prima era a conoscenza del fatto che lassegno fosse rubato e per questo motivo ha ottenuto il rinvio a giudizio ed anche in sede di discussione, ha chiesto la condanna a due anni di reclusione. Lesito della requisitoria del Pm Fabrizia Fiore non stato per condiviso dal giudice che ha scelto di assolvere il 70enne con formula piena,come richiesto dai suoi legali Michele Riggi e Simonetta Vitiello,mettendo fine alla vicenda che lo aveva coinvolto e colpito molto.