harrods ugg boots Scarpe rosse in piazza Santa Croce il 25 novembre a Firenze

ugg triplet button Scarpe rosse in piazza Santa Croce il 25 novembre a Firenze

Firenze Scarpe rosse in piazza Santa Croce il 25 novembre a Firenzeper dire basta allaviolenza sulle donne: agli omicidi, ai soprusi, alle discriminazioni sul lavoro.

Nel 2012 sono state uccise 130 donne per mano di ex mariti, fidanzati compagni. La Cgil Toscana ha deciso insieme allo Spi di scendere in piazza con uno sciopero indetto per il 25 novembre nella giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Per il 25 novembre chi vorrà aderire è invitato a recarsi a lavoro con con un abito o un accessorio di colore rosso: una sciarpa, un paio di calze, un fazzoletto.

Per rendere evidente l allo sciopero donne e uomini, indosseranno un adesivo, neiluoghi di lavoro (dove le molestie e i ricatti sessuali sono in aumento), per strada, a scuola, alsupermercato. L si aggiungerà a qualcosa dirosso, una sciarpa, un foulard, un nastro che sarà indossato nel corso delle 24 ore, durata dellosciopero.

Lo sciopero in alcune aziende della Toscana, soprattutto della grande distribuzione, avrà anche unulteriore momento di forte visibilità. Con i lavoratori in stand by sarà data lettura di un comunicatoche potrà essere ascoltato da lavoratori e clienti.

Da qui al 25 novembre la Cgil consegnerà e a donne e uomini 5.000 cartoline con la foto della scalinata di San Gimignano ricoperta di scarpe rosse, simbolo dell’assenza e dunque delle donne uccise, da spedire alla presidente della Camera Laura Boldrini.

A Firenze la mattina del 25 dalle 11 alle 12 si svolgerà un flash mob in piazza Santa Croce e scalinata della piazza saranno posizionate scarpe rosse, simbolo dell’assenza delle donne uccise; nel flash mob della serasaranno letti i nomi delle donne ammazzate.
harrods ugg boots Scarpe rosse in piazza Santa Croce il 25 novembre a Firenze

harrods ugg boots Toscana Radio News del 28 gennaio 2012

ugg plumdale Toscana Radio News del 28 gennaio 2012

Scossa di terremoto avvertita in tutta la Toscana E’ stata avvertita in tutta la Toscana la scossa di terremoto delle ore 15.53 di magnitudo 5.4 di ieri, con epicentro tra Corniglio e Berceto in provincia di Parma, ma a ridosso della Lunigiana. Un sisma “profondo”, a 60.8 km dalla superficie terrestre, che è stato sentito più nettamente a Bagnone, Filattiera e Pontremoli in provincia di Massa, ma anche nelle provincie di Pisa, Lucca, Livorno, Pistoia, Prato, Firenze, Arezzo le case hanno tremato, come pure nel sud della Toscana. Centinaia le telefonate di allarme che i cittadini hanno fatto ai vigili del fuoco. Caduta di cornicioni e alcune chiese lesionate nel nord della Toscana: è il bilancio dei danni, secondo quanto reso noto dalla sala operativa della protezione civile regionale. Molta paura, ma in base ai rapporti pervenuti alla sala operativa unificata permanente della Regione Toscana, sono stati registrati soprattutto distacchi di intonaci e cornicioni, in particolare nelle province di Massa Carrara, Lucca e Pistoia, dove oggi varie scuole sono rimaste chiuse per poter effettuare le necessarie verifiche alle strutture. In provincia di Massa Carrara, le lesioni maggiori riguardano alcune chiese: quella di Vico nel comune di Bagnone, la chiesa di Ceserano nel comune di Fivizzano e a Massa le chiese di Borgo del ponte e Santa Lucia che sono state dichiarate inagibili dai vigili del fuoco. Evacuazioni anche all’ateneo di Pisa e alla Scuola Superiore Sant’Anna, oltre alla biblioteca comunale e ad un asilo a Empoli.

Alluvione Elba: Rossi incontra i sindaci a Marina di Campo Il presidente della Regione Enrico Rossi, commissario straordinario per le alluvioni che tra ottobre e novembre scorsi hanno colpito la Lunigiana e l’Isola d’Elba, arriverà oggi verso l’ora di pranzo a Marina di Campo: Rossi incontrerà i sindaci elbani per fare il punto sullo stato di avanzamento degli interventi previsti in seguito agli eventi alluvionali. Successivamente, il presidente Rossi farà un sopralluogo all’Isola del Giglio, dove proseguono le operazioni di soccorso alla nave Concordia.

Anno giudiziario 2012: Enrico Rossi alla cerimonia inaugurale Ha preso parte anche il presidente della Regione, Enrico Rossi, questa mattina alla cerimonia inaugurale dell’anno giudiziario 2012 nel nuovo Palazzo di Giustizia di Novoli a Firenze. Presenti il presidente della Corte d’appello Fabio Massimo Drago, il Procuratore generale Beniamino Deidda, il presidente del tribunale di Firenze Enrico Ognibene e Antonietta Fiorillo a capo del tribunale di Sorveglianza e Fernando Prodomo, presidente del tribunale per i minorenni. Nel corteo, anche il procuratore capo di Firenze, Giuseppe Quattrocchi e i magistrati a capo delle procure di Prato, Pistoia, Lucca, Pisa, Livorno, Grosseto, Arezzo,
harrods ugg boots Toscana Radio News del 28 gennaio 2012
Siena. Montepulciano. A disertare invece gli avvocati che protestano contro il decreto del governo sulle liberalizzazioni, previste anche per l’attività forense.

Evasione fiscale: Nencini, “Nel 2012 contento di recuperare lo stesso del 2011” La previsione per il 2011 era di recuperare 108 milioni di tasse regionali non pagate. Al momento ne sono entrate 160, ma i conti del 2011 non sono chiusi e alla fine potrebbero raggiungere i 167. I numeri li ha dati l’assessore al bilancio e ai tributi della Regione Toscana, Riccardo Nencini, ieri nel corso di una conferenza stampa in cui si è appunto parlato di nuove misure e proposte di lavoro per rendere ancora più incisiva la lotta e il contrasto all’evasione fiscale e l’illegalità economica. Buoni i risultati anche della riscossione coattiva svolta tramite la rete di Equitalia: 3 milioni in più del previsto, il 6% di aumento. E’ inoltre cresciuto anche il gettito spontaneo sulla tassa automobilistica: 4 milioni in più, a dimostrazione che nel 2011 si sono regolarizzati i cittadini che ‘regolari’ non erano negli anni precedenti. E per il 2012? “Sarei contento se si recuperasse la stessa cifra dell’anno scorso” ha risposto l’assessore alla domanda dei colleghi giornalisti che gli chiedevano una previsione. “Siamo infatti in una fase di recessione ha spiegato : ci sono meno imprese, altre rischiano di chiudere e la liquidità si è fortemente contratta. Questo ha inevitabilmente un riflesso sulle tasse pagate e su quelle, anche, recuperabili”.

AnsaldoBreda: Rossi, “Sì al risanamento, ma con rilancio e sviluppo” L’incontro con l’amministratore delegato di AnsaldoBreda è già fissato. Il presidente della Toscana lo vedrà il 1 febbraio. Ma Rossi, dopo il lungo incontro avuto ieri pomeriggio, a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze, con i sindacati Cgil, Cisl e Uil, con i rappresentanti delle segreterie provinciali e regionali e con le Rsu dello stabilimento di Pistoia, ha preso anche l’impegno ad incontrare subito dopo Giuseppe Orsi, il presidente di Finmeccanica che detiene il controllo dell’azienda, e poi ancora di vedere il ministro dell’economia Corrado Passera, come responsabile delle politiche industriali ma anche per quel 30% di azioni del gruppo che il dicastero possiede. “Tra i lavoratori c’è una preoccupazione che si fa nera come la pece commenta il presidente della Regione e quei lavoratori meritano risposte precise e impegni che riaccendano la speranza di mantenimento del presidio produttivo e della storia del settore ferroviario a Pistoia”. L’AnsaldoBreda vive un paradosso: ha bilanci in perdita nonostante le commesse importanti, per l’acquisto di treni e metropolitane, che in passato ci sono state e che ci sarebbero anche nel futuro.

Simoncini su “Ht shoes”: “Un progetto che rafforza l’eccellenza toscana” Si chiama “Ht Schoes” il progetto, cofinanziato dalla Regione Toscana, che punta a immettere sul mercato calzaturiero un nuovo prodotto di qualità, tutto “made in Tuscany”, cioè scarpe ergonomicamente conformi alla fisiologia e postura di chi le indossa senza rinunciare a design e eleganza, prodotte con materiali ecocompatibili e utilizzando tecnologie d’avanguardia anche a livello gestionale. Alla presentazione del progetto e dei suoi risultati a Castelfranco di Sotto (pisa) è intervenuto ieri l’assessore regionale Gianfranco Simoncini (attività produttive, lavoro e formazione). “Un progetto davvero apprezzabile ha detto l’assessore che rafforza l’eccellenza toscana e realizza, con un forte investimento nel campo dell’innovazione, una filiera ad hoc esemplare e tutta toscana in grado di lanciare un grande prodotto di qualità”. Al progetto Ht Shoes, cioè scarpe ad alta tecnologia concorrono diversi soggetti: due calzaturifici (Everyn, che è il partner capofila, e Calzaturificio Maruska), un suolificio (Ars suola), un tacchificio (Giorgio srl) e una conceria (Artea), supportati da due organismi di ricerca, l’Ars Lab della Scuola superiore Sant’Anna e i Laboratori Archa. Su un investimento totale del progetto di 1,8 milioni la Regione ha contribuito con 1,
harrods ugg boots Toscana Radio News del 28 gennaio 2012
4 milioni.