ugg for men collezione stivali autunno inverno 2011

ugg shoes uk collezione stivali autunno inverno 2011

Anche per l’inverno 2012 tornano in voga gli stivali UGG Boots Australia che si rinnovano con una nuova collezione per l’autunno inverno 2011 2012. Gli stivali UGG Australia da qualche anno stanno riscuotendo un grande successo in tutto il mondo. Come sempre sono state le celebrities ad iniziare la moda che poi ha spopolato ovunque.

Gli UGG Boots, caldissimi stivali con il pelo che tengono anche molto caldo, sono disponibili in tantissimi colori e forme. Rispetto alle collezioni degli scorsi anni, non ci sono tante differenze ma si varia per il colore e qualche dettaglio in più. Per l’inverno 2012 troviamo gli stivali UGG bianchi, grigi, beige, marroni, neri, rosa e nelle varianti fino al polpaccio o più bassi fino alla caviglia. UGG Australia propone le collezioni Casual, Classic, Fashion, Knit e Weather. I modelli più richiesti sono i modelli Classic che si presentano come i classici stivali con il pelo imbottito da portare praticamente ovunque. Gli stivali UGG Australia l’autunno inverno 2011 2012 hanno un prezzo abbastanza alto in Italia: si parte dai 200 euro per i modelli più bassi, fino a 300 euro per la versione alta.
ugg for men collezione stivali autunno inverno 2011

ugg for men Trattamento dei dati personali della clientela per finalità di profilazione

ugg adirondack boots Trattamento dei dati personali della clientela per finalità di profilazione

card e garanzie per i consumatori Le regole del Garante per i programmi di fidelizzazione 24 febbraio 2005 [1103045] TV interattiva: misure necessarie ed opportune per un trattamento dei dati conforme alle disposizioni vigenti 3 febbraio 2005 [1109503]

VEDI ANCHE (10)

Newsletter del 6 marzo 2014 Firma biometrica in mobilità a prova di privacy Banca dati antimafia: via libera del Garante Conservazione dei dati personali riguardanti la clientela per attività di profilazione e marketing. 7 novembre 2013 [2920245] Profilazione on line: regole chiare e più tutele per la privacy degli utenti Fidelity card: prescrizioni su trattamento eccedente di dati personali e informativa al cliente 28 maggio 2009 [1625257] schedare i gusti dei telespettatori 7 marzo 2005 Gratis Tel 3 novembre 1999 Biglietti on line: il consenso all dei dati non deve mai essere condizionato 5 marzo 2009 [1615731] TLC e profilazione: le regole del Garante privacy a tutela dei clienti 10 luglio 2009 Trattamento di dati personali in albergo per finalità di marketing 31 gennaio 2008 [1490553] Programmi di fidelizzazione: trattamento di dati personali riferiti al dipendente e loro utilizzo a fini disciplinari 6 novembre 2008 [1573780]

Trasforma contenuto inInvia per mail

Invia per mail[doc. web n. 2547834]

Trattamento dei dati personali della clientela per finalità di profilazione e marketing. 30 maggio 2013n. 263 del 30 maggio 2013

IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

NELLA riunione odierna, in presenza del dott. 30 giugno 2003, n. (di seguito “Ferragamo”) rispetto al trattamento dei dati personali della propria clientela per finalità di profilazione, presentata ai sensi dell’art. 17 del Codice;

VISTI gli elementi acquisiti anche a seguito della richiesta di informazioni e chiarimenti rivolta alla società;

VISTE le osservazioni formulate dal segretario generale ai sensi dell’art. 15 del Regolamento del Garante n. 1/2000;

Relatore la dottoressa Augusta ;1.

Ferragamo ha presentato al Garante, in data 30 agosto 2010, una richiesta di verifica preliminare ai sensi dell’art. 17 del Codice, sulla base del provvedimento generale adottato in data 24 febbraio 2005, relativo alle carte di fidelizzazione (“‘Fidelity card’ e garanzie per i consumatori. web n. 1103045], di seguito “provvedimento generale”). Tale provvedimento ha stabilito che chiunque voglia conservare i dati della propria clientela per finalità di profilazione e marketing, per un periodo superiore a dodici mesi, deve presentare al Garante una richiesta di verifica preliminare,
ugg for men Trattamento dei dati personali della clientela per finalità di profilazione
ai sensi dell’art. 17 del Codice.

L’istanza proposta da Ferragamo riguarda la possibilità di conservare i dati della propria clientela per un periodo pari a dieci anni, per attività di profilazione e marketing conseguente.

Già in precedenza, conformemente a quanto previsto dagli artt. 37, comma 1, lett. d) e 38 del Codice, in data 15 aprile 2004, Ferragamo aveva effettuato la prima notificazione al Garante (modificata successivamente per aggiornare alcuni dati il 4 marzo 2010 e il 27 aprile 2011) relativa alla profilazione e, specificamente, al “trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici volti a definire il profilo o la personalità dell’interessato, o a analizzare abitudini o scelte di consumo, ovvero a monitorare l’utilizzo di servizi di comunicazione elettronica con l’esclusione dei trattamenti tecnicamente indispensabili per fornire i servizi medesimi”.

In tale notificazione Ferragamo ha dichiarato che i cittadini cui si riferiscono i dati sono quelli di Paesi appartenenti all’Unione Europea e di Paesi non appartenenti all’Unione Europea. Inoltre ha dichiarato che le finalità per le quali intende effettuare il trattamento sono quelle relative: all’analisi delle abitudini o scelte di consumo, all’attività commerciale, all’attività di marketing diretto e all’attività informativa; nonché per la fornitura di beni e servizi; ha altresì dichiarato che i server utilizzati per tali attività si trovano in Italia.
ugg for men Trattamento dei dati personali della clientela per finalità di profilazione