ugg on line notizie da Lecco e provincia Tutti in coda per ritirare il bidone giallo

ugg aus notizie da Lecco e provincia Tutti in coda per ritirare il bidone giallo

Lunghe e interminabili code con un tempo medio di attesa non inferiore a un’ora e mezza. Ma com’è possibile che ci sia una sola persona a distribuire i contenitori? si lamentano infuriati i cittadini in fila è permesso l’ingresso all’Ecosportello di una sola persona alla volta e il tempo per la verifica del codice fiscale e la consegna del bidone giallo raggiunge quasi i 5 minuti. Con una coda così è facile capire che l’attesa diventa davvero snervante. In tanti, infatti, hanno preferito rinunciare ancora una volta al ritiro del proprio contenitore e si sono allontanati sbuffando.

Le lamentele dei cittadini costretti a interminabili code davanti all’Ecosportello si vanno ad aggiungere ad una lista già lunga di problemi sorti con l’avvio della sperimentazione. I primi a lamentarsi per l’introduzione sono stati i commercianti, preoccupati per la diminuzione dei giri di raccolta che potrebbe creare parecchi disagi. Anche il bidone giallo è finito da subito sotto accusa, al punto che i rappresentanti di Confcommercio si sono attivati per valutare insieme all’amministrazione comunale la possibilità di utilizzare dei sacchi gialli al posto dell’ingombrante contenitore. Altra criticità evidenziata con l’avvio della sperimentazione è quella legata alle spropositate dimensioni dei contenitori per condomini con più di 12 appartamenti. Questi maxi bidoni, che hanno una capacità da 360 litri e devono essere richiesti dagli amministratori condominiali direttamente a Silea, sono in molti casi difficili da gestire, occupano troppo spazio e stanno complicando non poco le operazioni necessarie per una corretta raccolta differenziata, sulla quale molti lecchesi continuano a non avere le idee chiare.

A questo proposito vale la pena ripetere ancora una volta i cambiamenti che la nuova frazione di differenziata comporterà. Nel bidone giallo vanno introdotti: carta, cartone, cartoncino anche di piccole dimensioni, giornali, riviste, fogli, buste, scatole e confezioni in cartone (scarpe, pasta.), vaschette in cartone per le uova, sacchetti in carta, fascette esterne in cartone (quelle che tengono insieme le confezioni di yogurt, scatolame.), quaderni, dépliant, volantini pubblicitari. Non vanno introdotti: carta sporca (fazzoletti e tovaglioli usati, carta contaminata da residui alimentari), cartoni per bevande in tetrapack (latte, vino, succhi.). Imballaggi in plastica puliti, tetrapak, acciaio e alluminio continueranno ad andare nel sacco viola e resta sempre possibile portare carta e cartone al Centro raccolta rifiuti di via Buozzi 53 a Lecco, località Bione.
ugg on line notizie da Lecco e provincia Tutti in coda per ritirare il bidone giallo

ugg on line Cino Zucchi firma un negozio di scarpe

ugg vivica Cino Zucchi firma un negozio di scarpe

Primo di una serie di punti vendita che verranno aperti in tutto il mondo (il prossimo dei dieci firmati dallo studio aprirà a Londra), il locale si distingue per un linguaggio essenziale eppure studiato fino ai minimi dettagli, che crea un’atmosfera garbata ed elegante.

L’ingresso del negozio Almini lungo la storica via Bagutta a Milano. (Foto Cino Zucchi).

Alla base del progetto c’è la consapevolezza che l’architettura di interni per quanto curata e accogliente debba essere e lasciare spazio al prodotto. L’ambiente diventa quindi il fondale, la scena nella quale la merce, in questo caso le scarpe, assume il ruolo da protagonista e si presenta al pubblico. Simile a uno scrigno prezioso, il negozio nasce da un progetto che trova la sua carta vincente nella semplicità. In una superficie di appena 40 metri quadrati si articolano due aree distinte: la prima si affaccia su via Bagutta con una piccola vetrina e la porta di ingresso ed è destinata all’esposizione e alla vendita; la seconda ospita la zona riservata alla prova delle calzature. Una teoria di luminose, di ottone e dal profilo ovale, popola le pareti e la vetrina, presentando i diversi modelli della nuova linea di scarpe.
ugg on line Cino Zucchi firma un negozio di scarpe

ugg on line ”RESTITUIAMO CHIAVI” Abruzzo Web Quotidiano on line per l’Abruzzo

quicksilver ugg boots ”RESTITUIAMO CHIAVI” Abruzzo Web Quotidiano on line per l’Abruzzo

L centro dell va restituito agli aquilani e non pu pi essere presidio dei migranti hanno detto oggi questa mattina nel corso di un blitz in prefettura, alcuni rappresentanti degli aggregati insistenti nel quarto storico di San Pietro, la zona di via Roma e altre, che hanno avuto un incontro con il prefetto del capoluogo, Giuseppe Linardi, e il capo di gabinetto, Franca Ferraro, le problematiche conseguenti la collocazione di migranti in pieno centro storico come spiega una nota firmata dalla portavoce Andreina Pellegrini.

Sempre questa mattina attraverso il capo di gabinetto del sindaco dell Andrea De Biase, stato chiesto un incontro urgente con il primo cittadino, Pierluigi Biondi, e con il vice sindaco con delega alle Opere pubbliche,
ugg on line ''RESTITUIAMO CHIAVI'' Abruzzo Web Quotidiano on line per l'Abruzzo
Guido Liris.

La richiesta di rivedere l altrimenti verranno riconsegnate le chiavi degli alloggi riparati dopo il terremoto del 6 aprile 2009, configurerebbe anche un danno erariale visto che sono state ricostruite con fondi pubblici prefetto ha dimostrato di comprendere le serie preoccupazioni rappresentate e si impegnato a occuparsi della questione anche con un incontro con padre Quirino Salomone e Paolo Giorgi ovvero i rappresentanti dell che ospita e assiste numerosi migranti nel capoluogo.

informazioni da noi assunte all della struttura pare siano ospitate pi di 100 persone, numero che ci stato confermato anche dagli operai di un cantiere della zona continua la nota Numerosi cittadini che devono rientrare nelle proprie abitazioni proprio a causa della Casa di accoglienza migranti che si trova in via Roma, gestita dalla onlus di padre Quirino Salomone e Giorgi, da tempo manifestano serie preoccupazioni non sentendosi al sicuro nel dover vivere fra persone che non rispettano le nostre regole nota vengono spiegate alcune situazioni di disagio dei cittadini.

portoni dei palazzi appena finiti sono coperti di sputo e rivoli di urina segnano il legno. In numerose occasioni gli ospiti con retta statale sono stati trovati all dei cortili a cui accedono approfittando dell per i traslochi od altro si narra Basta fare una passeggiata sotto il palazzo che li ospita per vedere come appare oggi una via del centro; una specie di favela, cumuli di abiti e scarpe sono le cornici dell alla mancanza di sicurezza, per chi gi abita in quella zona inaccettabile questa forma di degrado. o Map, forse ignora queste realt O forse ancora troppo preso dai vari bandi con i quali si pu avere una retta giornaliera? attaccano i proprietari, per i quali euro al giorno per centinaia fa una bella somma, non considerando che per i minori e donne incinte la retta pi alta Aquilani che vogliono tornare nella propria casa e desiderano poter vivere tranquillamente la propria citt non ci arrenderemo conclude la nota Se la situazione non cambier riconsegneremo le chiavi delle nostre case al signor prefetto. La nostra incolumit considerati tanti fatti avvenuti,
ugg on line ''RESTITUIAMO CHIAVI'' Abruzzo Web Quotidiano on line per l'Abruzzo
non la metteremo a rischio